La Storia infinita Iemmemme

Ho ricevuto giorni fa questa lettera dal Presidente del Club Minimaxi. La funzione principale della missiva, sembrerebbe quella di catalizzare altri Club e Amici della Mini per l'organizzazione di un nuovo IMM Italiano. Buona anzi ottima iniziativa che si può condividere come no, ma al di la di questo, è necessario una volta per tutte un doveroso chiarimento in merito a fatti accaduti alcuni anni or sono.

nella lettera si legge:

...aiutarci a portare a casa quell'IMM 2013, questa volta senza l'aiuto di quella Puttana di Mamma BMW. Io penso che la frase e in particolare "questa volta"si riferisse a fatti precisi riguardanti proprio l'IMM 2003 svoltosi in Italia e organizzato dal nostro Club con il supporto logistico di Mac Events. Se invece mi sbaglio e il riferimento era all'IMM2008 svoltosi in Olanda (!) e fortemente appoggiato (e sposorizzato) da BMW, come non detto. In ogni caso per dovere di cronaca, per sgomberare miti & inesatezze e in quanto siamo ancora in un paese libero..., ecco come si sono svolti i fatti, riassunti in modo sintetico e più chiaro possibile, a partire dal 1999.

1999

Nel 1999, prima del lancio della New Mini, BMW Italia, decide di catalizzare l'attenzione dei Ministi su di una associazione che nel loro intento avrebbe dovuto aggregare gli apassionati, ma ancor di più i potenziali nuovi acquirenti. La gestione della struttura chiamata Federmini Italia viene dato a Mac Events, società Genovese che già si occupava dell'organizzazione di eventi motoristici. Sempre ne 1999, il mio Club beneficia di tale organizzazione (ancora in fase embrionale) per il Meeting Mini di Ronco Scrivia, dove viene presentata ufficialmente la nuova struttura Federmini. Va detto che la nascita di Federmini non è voluta dai vertici BMW Monaco, ma bensì da BMW Italia e sopratutto da Fabrizio Campione, all'epoca responsabile del progetto. (Unico esempio in tutta Europa di Federazione Mini n.d.r.)

"Alcuni" gadget di Federmini di cui tutti i federati hanno potuto beneficiare. Come si può notare il marchio utilizzato riproduceva la Old Mini. Per chi non c'era: la tuta sotto venne regalata a tutti i partecipanti del Kart Challenge di Ottobiano svoltosi nel Marzo 2001. Potenti mezzi di "mamma" BMW...

2001

In occasione dell'IMM in Austria (2001), la spedizione viene organizzata da Federmini, con ampi mezzi (camion e furgoni al seguito); vi partecipano una schiera notevole di Ministi Italiani (mai raggiunto questo traguardo nei numeri in nessun altra circostanza), che come si suol dire si trovano molta pappa fatta...

Il giornalino che veniva inviato a tutti i federati. Chiaro esempio di cosa possono fare i potenti mezzi a disposizione...

l'idea dell' IMM Italiano io la covavo da tempo, sin dal mio primo IMM dell'86. La Lanciai quasi per scherzo alle persone di Mac presenti, ripeto, a Mac Events, conscio che con le mie forze (ma con le forze di nessun altro Club Italiano) non sarebbe stato possibile realizzare. loro furono entusiasti, mi appoggiarono e senza un programma, ma solo delle idee "italiane", ci presentammo alla "riunione dei Presidenti". A proposito: quanti rappresentanti di Club Italiani c'erano a questa riunione del 2001? Gli antagonisti cadidati erano il peggio che ci potesse capitare... il Mini Seven Club Nederland, uno dei più organizzati e potenti Club Europei. Esponemmo le nostre fantasiose (in quel momento) proposte: circuito, mare, sole, cibo... La votazione fu quasi plebiscitaria; a parte gli Olandesi (ovviamente che rosicarono parecchio n.d.r.) votarono tutti per noi.

L'indovinata publicità che appariva, (in contro copertina.... n.d.r.) su tutte le maggiori testate di Auto di quei anni

Al nostro rientro venne subito aperto un sito web: www.IMM2003.it, ma adesso veniva il peggio... Dovevamo trovare tutto e fare tutto da lì nel giro di due anni; l'IMM è un evento ciclopico e (toccato con mano) da non prendere alla leggera e dove è indispensabile essere preparatissimi e pronti risolvere tutti i tipi di problemi che si pongono via via che l'evento si avvicina.

2002

La scelta del Circuito (visto che lo avevamo promesso) cadde su Varano de Melegari... Lavorammo quasi un anno in questa direzione, tantè vero che all' IMM2002 in Scozia... ci presentammo con un programma "vero" e una gigantografia (poi rubata da ignoti nella notte), dell' IMM 2003 Italia a Varano Melegari. Va detto che durante la riunione dei Presidenti, venimmo più volte pressati da domande riguardanti proprio il legame che avevamo con BMW... La maggior parte dei Club avrebbero mal visto e mal digerito questo cordone ombelicale. Chi era in Scozia lo può confermare...

IMM 2002 Scozia. Sotto il palco capeggia la gigantografia dell'IMM 2003 in Italia...

Il nostro Club RWMT, senza Mac Events è anche inutile dirlo, non ce la avrebbe fatta da solo e di questo ne sono riconoscente e grato a loro; se può consolare o fare riflettere, molti altri Club europei hanno beneficiato di strutture esterne nell'organizzare il proprio evento IMM. Già, ma visto la tensione su cui era caricato tutto dal punto di vista immagine (il sottoscritto), proprio in quell'occasione in Scozia, venni tenuto all'oscuro del fatto che........ l'accordo con Varano era saltato per merito... di una "Primadonna" del set Motoristico-Televisivo! Non vi dico chi, ma lo conoscete tutti: basta guardare... Grand Prix. Sarei letteralmente impazzito averlo saputo prima... Un mese dopo trovata la nuova ubicazione mi venne detto, il che mi risparmiò uno stres aggiuntivo; diversamente non so proprio con quale spirito avrei intrappreso la trasferta Scozzese.

Eravamo quindi a 10 mesi dal nostro evento ed avevamo appena trovato e consolidato il sito del nostro IMM. La scelta era caduta sul piccolo circuito di Pomposa, a me sconosciuto, ma che risultò perfetto (anzi molto meglio di Varano) sopratutto per l'ubicazione (Mar Adriatico a due passi), aree esterne al circuito uso campeggio dei partecipanti, pianeggianti e ampie. Logisticamente essendo di Genova non era il massimo, ma lavorammo alacremente per arrivare al momento culminante ben preparati. Furono mesi di forsennato lavoro che misero a dura prova tutti quelli che parteciparono all'avventura.

Nell'Ottobre 2002 per volere di BMW Italia (padrona del marchio Feder) Federmini cessò di esistere; checchè ne dicessero loro, la vettura (NewMini) era ormani stata lanciata, gli eventi erano stato fatti come pure il battage pubblicitario e quindi non vi era più ragione di tenerla in piedi. Durante la Riunione dei Presidenti dei Club Mini Italiani in seno a Federmini, in occasione del Raduno delle Langhe in quel di Cavour (chi c'era lo sa molto bene), successe questo: benservito ai Club, benservito a Mac Events che gestiva la struttura e cessazione dell'attività di Federmini. Saluti & Baci.

NB: a chi come me insieme ad altri Club, propose una gestione Federmini fuori dell'orbita BMW venne negata; loro la avevano fatta nascere, loro la vollero uccidere.

Commemorazione

2003

A Gennaio 2003 fatto lo sforzo maggiore per l'IMM... BMW Italia cercò in qualche modo di entrare nell'organizzazione, non senza discussioni; Mac stava lavorando per se stessa e per il R&W e non potevamo comunque sbattergli letteralmente la porta in faccia; accogliemmo la richiesta come uno cliente qualsiasi, che voleva partecipare all'evento; chi c'era lo sa... e se lo ricorda bene...: Gli fu concesso quanto segue all'interno dell'area IMM: uno stand, che devo dire pochi si filarono, e una micropista con modellini radiocomandati che ancor meno destò interesse. Tutto quì. Le New Mini presenti a Pomposa, su un totale di quasi 1200 vetture furono neanche il 2%... Se BMW fosse stata "dentro" i numeri sarebbero stati altri.

Il logo sulla maglietta IMM riservata ai nostri soci. Tutti i partecipanti la ebbero in regalo, ma bianca e senza la scritta "100% Official Supporter"

Alla riunione dei Presidenti (chi c'era se lo ricorda bene), le critiche furono contenute al fatto che, causa il clima torrido, ci sarebbe voluta qualche servizio doccia in più (giustissimo). Per il resto direi che tutto andò per il meglio. Durante la stessa riunione venne fatta una votazione extra proprio su un fatto importantissimo che premeva a tutti (specie a noi Italiani n.d.r..) Venne da noi avanzata la proposta che da alcuni anni pendeva: ammissione all'IMM delle New Mini... Si votò di non votare (scusate il bisticcio di parole) questa proposta (terrorizzati gli Inglesi del futuro IMM2004 che avrebbero potuto esserne penalizzati), ma si decise di lasciare libero arbitrio a ogni Club organizzatore in merito alla ammissione o meno al loro IMM della NM.

Il nostro IMM si svolse nel migliore dei modi; il tempo ce lo ordinammo direttamente dal buon Dio che ci accontentò (estate più calda da 150 anni), i tedeschi e gli inglesi sopratutto, se ne fregarono del circuito messo a loro disposizione e scorrazzarono sulla vicina costa Romagnola; solo qualche insolazione e qualche scottatura... ma tutti molto ma molto contenti. Ricordo un fatto: fra i tanti venuti a salutare, il Presidente di un Club Tedesco, era felicissimo, ma rosso come una aragosta, cotto come era dal sole Italiano!

L'adesivo ufficiale dell'evento

2006

Con il senno di poi: il Club Mini Clique & W, perse la candidatura all'IMM2008 scegliendo l'esclusione delle New Mini... a favore del Dutch Mini People (Olandese) che di New Mini Org ne sfoggiò a iosa anche tempo prima dell'evento!

2010

Io oggi, potendo scegliere, non farei partecipare le New Mini; sono stato, ad essere sincero molto "pro" i primi tempi, ma poi vista la scollatura a tutti i livelli generatasi, e il malcontento, valutai come i più integralisti, che i due Mondi non avevano punti in comune e questo principalmente, a mio avviso, più per i possessori stessi che per la diversità delle vetture.... Ma vorrei anche dire che il problema è prettamente Italiano; negli altri stati Europei (GB per prima), la NewMini è stata accettata in modo molto più sereno e tranqullo che qui da noi, considerandola la naturale evoluzione della specie.

Certo ancora oggi me lo chiedo: se la avesse commercializzata Rover? Secondo me sarebbe stato diverso per noi apassionati, se non altro a livello mentale avremmo visto la continuità della specie, invece, ci siamo sentiti (io per primo), un pò tutti scippati. Ottimo sarebbe stato se il progetto di Tony Spillane (Minki2), fosse andato in porto al posto della Mini BMW, che comunque va detto, è sempre meglio della coeva Spiritual . Peccato, ma anche questa è storia.

2013

Finalmente il nuovo IMM Italiano in quel del Mugello! Sarà un grande bel evento Italiano, anche con la Mini BMW...

IMM2013 Italy

&

La modestia virtù dei forti; sapere ascoltare, meditare.

Giacomo Poggio Presidente del RWMT1988

Maggio 2010

R Febbraio 2013