Produzione


Ringo

Tris

Baby Pieghevole

Competition Monza 68 a

Competition Monza 68 b

Cross Full 70 a

Cross Full 70 b

Cross 67

Cross Full 68 a

Cross Full 68 b

Monza Export 72

Monza 67

Speedy Monza 70 a

Speedy Monza 70 b

Speedy Turbo 68 a

Speedy Turbo 68 b

Speedy Sprint 67

Telaio 69 Sport

Telaio 69 Cross

Telaio 68 Cross-Sport

Lo Squalo Gt, modello turistico che risulta fra i meno conosciuti della casa Vigevanese. Il nome derivava dal disegno della pinna, da squalo appunto, riprodotta su i lati del serbatoio.

Il telaio dei modelli sportivi a ruote alte, non subì grosse modifiche nel corso dei anni. Qui il modello 68 Prototipo rinforzato che venne scartato; è possibile, che il rinforzo fosse stato realizzato direttamente in Rondine; gli fu preferito il modello 69 avente i rinforzi in tubo che dall'attacco della bobina, andavano a collegarsi sulla culla anteriore. (vedi Telaio69 Sport e Cross). Da notare che il telaio 68 era utilizzato (identico) anche dalla Oscar, (famosa per il suo modello College, il primo tubone in assoluto n.d.r.), sul suo sportivo... Come detto in altra parte delle pagine i fornitori erano sempre gli stessi e le piccole case altro non erano che degli assemblatori, nello stile delle Factory Inglesi di F1 dei anni 70'.

La versione con carena fornita come optional

L'incredibile Mini-Chopper denominato appunto "Easy-Rider", realizzato su telaio Speedy Monza. Venne esposto al salone del Motociclo 74 nello stand Doniselli; mai apparso nel listino dei modelli, era il canto del cigno della piccola marca Vigevanese. Notate il gigantesco serbatoio da 16 litri (!), la mancanza di insegne sullo stesso e il pregevolissimo (oggi ricercatissimo) freno anteriore 4 ganasce, con prese d'aria vere.

Le preziose piastre anteriori di cui sopra.

Aggiornato Giugno 2011

Home Rondine