2015

Questa è la mitica : 24,1 km di pura adrenalina con tratti velocissimi e curve mozzafiato da TT; percorso praticamente pianeggiante con pendenze minime partendo da Busallla innesto SS35 dei Giovi (dove si correva la cronoscalata Ponte X°-Passo dei Giovi)), attraverso Isorelle, una serie di curve, il rettilineo di Ponte di Savignone, San Bartolomeo e tre ponti in rapida sucessione; a seguire Stabbio, la velocissima circonvalazione di Casella, con passaggio sulle rotaie del Treno a scartamento ridotto Genova-Casella; poi, Avosso, curve in sucessione e l'omonimo ponte, Casalino con altro rettilineo, Montoggio, ponte di Bromia, serie di curve guidate con allungo, Costalunga, Fascia di Carlo e le sue S; da questo punto una leggera salita con curve veloci e lente, sino alla discesa di Siginella con un curvone a destra infinito, per giungere a Laccio all' innesto della SS45. PS: SS45 della Val Trebbia, altra stratale che partendo a Piacenza vi porta direttamente a Genova con un persorso fantastico (in certi punti selvaggio), sia come strada e come paesaggio. Da godersi appieno con qualsiasi mezzo a due ruote.

Montoggio (Ge) 23 Agosto 2015

Anche quest'anno non potevo mancare lungo la mitica Route 226. Un successo senza precedenti per gli organizzatori di Montoggio (comune dell'entroterra Genovese pesantemente colpito dall'alluvione lo scorso Ottobre n.d.r.) Oltre centoventi motociclette sono giunte da ogni parte della Liguria e del basso Piemonte per questo raduno in rapida ascesa. L'evento era aperto a tutti i tipi di mezzo; si andava dalle iper sportive, alle supermotard, agli incrociatori da viaggio, alle vecchie glorie, oltre naturamente alle micro cilindrate che non erano molte... chissa' perche'; per l'esattezza oltre al mio, di 50cc ne era presente uno solo altro e ho vinto a mani basse! (bello sforzo). Comunque il mio rivale non e' venuto a fare il giro lungo la 226...

Il mio concorrente nella Classe 50cc...

C'erano veramente dei bei mezzi; che non me ne voglia nessuno, ma citero' quelle che mi hanno piu' colpito. Incomincio non a caso, (da buon trecentocinquantista dei tempi che furono), una Ducati Supersport, poi una cattivissima BUELL, una arzilla (e ancora temibile) RG500, una rara 90SS e infine la Kava 3c dalle brucianti accelerazioni di buona memoria.

Insieme alle moto da me citate, HD, BMW, Guzzi, Honda, Suzuki, Yamaha, KTM, Gilera, Kavasaki, oltre alle omni presenti Vespa e Lambretta. Molto bello. La pioggia e' stata lontano (nel capoluogo di Provincia pioveva) sino all'ora della partenza (te pareva), ma durante il giro solo nell'ultimo tratto, i centauri si sono presi una discreta ramazzata d.acqua (San Barbour), ma questo fa parte del gioco. Tutti erano piu' o meno attrezzati e comunque sereni nello spirito dell'evento. Ora c'e' nuovamente il sole e la giornata di meglio non poteva essere, specie con la panza piena.

Alla prossima cavalcata sulla 226

Davide & Golia

. . . .

Nell'ordine: I Nomadi, Passeggeri terrorizzati, K Amore mio, Senzagomma.

Sellino da Fakiro per questa New Vespa!

Reinterpretazione di una serie K.

Una delle ragazze "mettifiocchi" impegnatissima nel suo compito

Masticando raduni sia pure auto, consiglierei agli organizzatori, di far pagare una quota d'iscrizione leggermente maggiore (oggi 2 soli Euro), ma di fare a fine evento, una sia pur piccola premiazione; se non altro per aggregare ulteriormente i pervenuti, ma io so per certo che qualche premietto ai motociclisti non dispiace.

Se qualcuno dei partecipanti leggera' queste righe e ha delle foto, saro' lieto di inserirle in questa pagina citandone l'autore; e' sufficiente inviarle alla email: rwmt1988@teletu.it

Vai su e iscriviti al gruppo

Aggiornato Agosto 2015